Carciofi ripieni vegan

Sono golosa… ebbene si! Le cose ripiene mi provocano l’acquolina. Senza troppi giri di parole, oggi vi presento la mia ricetta per dei Carciofi Ripieni 100% vegan e cruelty free!

Cosa serve:

  • 5 carciofi (nella mia foto ne vedete sei perché uno mi si è rotto! Pardon, non aspiro alla perfezione… per ora!) 😛
  • 500/600 g di pane raffermo (poi dipende dal pane, non tutti i tipi di pane rendono allo stesso modo. Io ho usato un po’ di pagnotta e un po’ di pizza pane – quella tondeggiante col buco in mezzo, per capirci) [ne serve una discreta quantità perché è l’unico ingrediente che “riempie”]
  • 3 spicchi d’aglio (naturalmente anche qui dipende dalla misura dello spicchio, regolatevi in base ai vostri gusti e tenendo presente che in questa ricetta ci sono pochi ingredienti e quindi quei pochi ingredienti sono ciò che vi darà sapore)
  • prezzemolo (stessa cosa che per l’aglio)
  • sale e olio q.b. (eventualmente pepe, sempre se piace)
  • pangrattato

Preparazione:

Mettete in una ciotola il pane raffermo in ammollo nell’acqua.

Nel frattempo che il pane si ammorbidisce, mondate i carciofi (per chi non fosse esperto: tagliare il gambo, eliminare le foglie esterne e le punte).

Posizionateli in orizzontale, fate una piccola pressione sulla base e fateli rotolare sul piano d’appoggio, come se sotto la mano ci fosse una pallina. Dovreste sentire un piccolo “crack”, questo farà sì che i carciofi si ammorbidiscano per poi aprirli a rosa. Sciacquateli bene sotto l’acqua e mentre li sciacquate cercate di allargare i petali il più possibile, facendo attenzione a non romperli. Questo passaggio è propedeutico al ripieno che andrete a mettere e che state per preparare.

carciofi mondati

Il ripieno:

tritate aglio e prezzemolo insieme (con l’aiuto di una mezzaluna farete in un attimo).

Ora ritornate al pane che avevate precedentemente messo in ammollo. Un po’ alla volta lo strizzate e lo sbriciolate in un contenitore. Aggiungeteci il trito di aglio e prezzemolo, aggiungete il sale e l’olio (io metto anche il pepe ma non è fondamentale) e impastate con le mani fino ad ottenere un composto compatto.

Dopodiché non vi resta che usare questo impasto per farcire i vostri carciofi.

pronti per la farcitura

Fatelo con le mani, non con l’ausilio di cucchiai, altrimenti non viene bene. Con le dita spingete il ripieno più che potete sia verso il fondo del carciofo che tra i petali e cercate di pressare il più possibile. Vi sporcherete un po’ le mani ma il risultato ne vale la pena!

Una volta riempiti tutti i carciofi adagiateli in una teglia da forno, fate una spolverata di pangrattato sulla superficie, un filino d’olio e infornate.

I tre carciofi superiori hanno già il pangrattato, quelli inferiori ancora no. Li ho separati con della stagnola poiché i primi sono semplici mentre i secondi contengono pepe.

Io li faccio cuocere per una cinquantina di minuti/un’ora ad una temperatura di 230°.

Risultato.

 

 

Buona “carciofata” a tutti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code