Due secondi vegan a base di mais: più ferro e meno anemia.

Nel ricettario vegan oggi voglio aggiungere due suggerimenti per dei contorni che personalmente uso come secondi o addirittura come piatti unici poiché sono completi di tutti gli elementi necessari a rendere il pasto ricco di tutti gli elementi che servono alla corretta nutrizione.

I due piatti sono a base di mais, una graminacea ricca di ferro e minerali quindi utilissima per chi soffre di anemia e, cosa molto importante soprattutto per i celiaci, priva di glutine. È un cereale ricco di acido folico e fibre. Tali fibre aiutano a rallentare l’assorbimento degli zuccheri nel sangue aiutando a contenere i livelli glicemici e tengono bassi anche i livelli di colesterolo.

1) Il primo piatto (naturalmente vegan) che vi presento è molto semplice. È costituito da:

  • lenticchie lesse;
  • chicchi di mais;
  • uno spicchio di aglio (che taglierete a spicchietti);
  • sale, pepe, olio e succo di limone (o aceto al posto del limone).

Per questo piatto non ho inserito le quantità, è una scelta che lascio a voi in base al vostro gusto personale e a quante persone avete alla vostra tavola, nonché al fatto che presentiate questo come contorno o secondo.

È un piatto abbastanza completo poiché, se accompagnato anche da una fetta di pane, vi fornisce una buona dose di vitamine, proteine e carboidrati. Le lenticchie sono un’ottima fonte di proteine vegetali.

Se escludiamo l’aggiunta del pane, lenticchie e mais è un piatto che potete tranquillamente servire a chi soffre di celiachia poiché anche le lenticchie vantano l’assenza di glutine al pari del mais. In più, le lenticchie sono un alimento altamente proteico e sono ricche di ferro, e non hanno nulla da invidiare ai cibi antagonisti di origine animale. Le lenticchie posseggono proprietà antiossidanti e aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo nel sangue.

Infine l’aglio. Anche se non è fondamentale per la buona riuscita del pasto vi consiglio di tenerlo in considerazione. Io lo metto anche se poi non sempre lo mangio, ma se non ho impegni sociali imminenti non mi tiro indietro. L’aglio è un ottimo antibatterico naturale ed è fonte di calcio, magnesio, fosforo, ferro e iodio. La sua componente di ferro lo rende un alimento adatto agli anemici. Protegge lo stomaco da ulcere e forme tumorali. Anche l’aglio, come il mais, aiuta ad abbassare la glicemia, aiuta a tenere sotto controllo la pressione ed il colesterolo, è un antibiotico naturale ed i suoi effetti benefici si estendono anche sul piano estetico (fatta eccezione per l’alito): favorisce la crescita dei capelli e dona luminosità alla pelle.


2) Il secondo piatto è: Mais con Rapa Rossa e Olive Nere.

Servono:

  • Qualche rapa rossa (barbabietola rossa);
  • Chicchi di mais;
  • Una manciata di olive nere;
  • Sale, olio e limone.

Anche qui lascio scegliere le quantità a voi in base al vostro gusto personale, se volete più rapa rispetto al mais o più olive rispetto alla rapa.

Prepararlo è semplice, basta scolare il mais e metterlo in una ciotola, poi tagliare a cubetti la rapa rossa lessa e a metà le olive (potete anche tritarle se preferite), unire tutto al mais e poi correggere con sale, olio evo e limone.

La rapa rossa è ricca di ferro, calcio, sodio, fosforo, potassio e magnesio. Ha proprietà ipotensive e antiossidanti e le sue fibre aiutano la regolarità e la funzionalità intestinali.

Le olive in generale (e quindi anche le olive nere) sono ricche di  calcio, sodio, ferro, fosforo, magnesio, potassio, selenio e zinco. Posseggono proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare, prevengono i tumori, abbassano la pressione sanguigna e aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Il loro contenuto di ferro e rame offre benevoli effetti anche a chi soffre di anemia. Infine hanno effetti antistaminici e fanno bene alla pelle.


Una curiosità vegan: il succo di limone aiuta l’organismo nell’assimilazione del ferro. I piatti che vi ho presentato, come avrete notato, hanno un alto contenuto di ferro (mais, lenticchie, aglio, rapa rossa e olive): poiché il ferro contenuto nei vegetali è più difficile da assimilare rispetto al ferro che si trova negli alimenti di origine animale, in un’alimentazione vegetariana o vegana il consumo di verdure e ortaggi contenenti ferro risulta più efficace se utilizzate del succo di limone come condimento e …

Mi raccomando, mangiate tante pannocchie! 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code