Lasagne Vegan: una ricetta per le feste.

Se per le feste amate la pasta al forno ma siete diventati vegani (o vegetariani) e allo stesso tempo non volete rinunciare alle vostre tradizioni; se non siete vegani ma avete voglia di provare una nuova lasagna che non ha nulla da invidiare a quella tradizionale… questa ricetta potrebbe fare per voi.

Ecco le mie lasagne vegane.

Cosa serve – per 4 o 5 persone (con queste quantità vengono due tegliette come quella che vedrete in foto):

  • 18 sfoglie di pasta di grano duro (senza uova) – 9 sfoglie per teglia;
  • 1 bottiglia di passata di pomodoro;
  • 1 melanzana bella grossa;
  • 2 spicchi d’aglio;
  • besciamella di soia;
  • una o due teglie per il forno (dipende dalla grandezza delle teglie e del forno).

Per la besciamella:

  • 500 ml di latte di soia;
  • 5 cucchiai di olio evo;
  • 2 cucchiai di farina;
  • Sale q.b.

 

Come iniziare:

Anzitutto dovete preparare il ragù vegano di melanzana.

Quindi pulite e tritate i due spicchi d’aglio e metteteli da parte.

Mondate la melanzana e tritatela con l’ausilio di una mezzaluna.

Appena la melanzana è tritata, imbiondite l’aglio che avevate precedentemente accantonato e aggiungeteci il trito di melanzana.

Fate cuocere per qualche minuto la melanzana a fuoco medio-alto. Fate asciugare tutta l’acqua che viene fuori dalle melanzane, finché non assumono un colorito scuro e il composto diventa denso. L’immagine di fianco è l’esempio di come dovrebbe risultare.

A tal punto aggiungete la passata di pomodoro, correggete con del sale, coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento per una quarantina di minuti (o comunque fino a che la densità del vostro ragù vi soddisfi: denso ma non troppo). Mescolate di tanto in tanto per evitare che si attacchi al fondo e per verificare il grado di cottura e densità.

Ultimata la cottura del ragù passate alla preparazione della besciamella.

 

Come fare la besciamella:

Mettete l’olio in un pentolino, scaldatelo, toglietelo dal fuoco e aggiungete la farina.

Mescolate velocemente per circa un minuto fino ad ottenere una crema (un ottimo metodo per ottenere una besciamella senza grumi è quello di miscelare olio e farina prima dell’aggiunta del latte).

A questo punto rimettete sul fuoco (tenendo una fiamma medio-bassa) e aggiungete il latte, poco alla volta, continuando a mescolare per evitare la formazione di nuovi grumi.

Correggete con il sale, sempre continuando a mescolare fino a raggiungere la densità desiderata.

La besciamella dovrebbe essere pronta in circa 5 minuti.

 

Siamo a metà dell’opera. Fate bollire una pentola con dell’acqua, servirà a scottare le sfoglie di pasta prima di fare gli strati della vostra pasta al forno vegana. Di solito sulle confezioni di pasta è riportato il tempo che serve per tale operazione; quelle che ho preso io necessitavano di una parziale cottura in acqua bollente per circa 3 minuti e successivamente la cottura in forno per un’altra ventina di minuti.

Portate ad ebollizione l’acqua e non appena inizia a bollire aggiungete del sale, come se la stesse preparando per la normale pasta.

Immergete i fogli di pasta e iniziate a scottare le sfoglie. Fatene due o tre per volta altrimenti si incollano fra di loro ed il risultato non è dei più auspicabili.

Mentre attendete i tre minuti e facendo attenzione a che le sfoglie non si attacchino fra di loro, preparate la teglia con qualche mestolata di ragù. È sufficiente uno strato che ricopre tutto il fondo della teglia.

Su tale strato dovrete poi adagiare le prime sfoglie di pasta, appena le estrarrete dall’acqua.

   

Vi consiglio, appena scolate le prime sfoglie, di metterne subito a sbollentarne altre due o tre, così ottimizzerete i tempi. Mentre sono in cottura le nuove sfoglie, adagiate quelle già scolate sullo strato di ragù nella teglia.

Ottenuto il primo strato di pasta nella teglia, ricopritelo con un altro strato di ragù, uno di besciamella e successivamente ancora di pasta. Dovete ripetere l’operazione per ogni strato che state costruendo.

  

Un altro consiglio è quello di mettere i nuovi strati di pasta nella direzione opposta ai precedenti così da fornire compattezza alle vostre lasagne (se nel primo strato avete posizionato verticalmente nella teglia i fogli di pasta, il secondo strato fatelo disponendoli per orizzontale). Aiutatevi con le mie foto.
Giunti all’ultimo strato fate un un’ultima passata di ragù e besciamella e siete pronti per infornare.

 

Il terzo consiglio che vi do è quello di preriscaldare il forno così da accorciare il tempo di permanenza delle lasagne per la cottura. Quanto tempo prima bisogna accendere il forno dipende dalle dimensioni del vostro forno, più è grande e più tempo occorre per riscaldarlo.

Cuocete nel forno per circa 20 o 30 minuti ad una temperatura tra i 180° e i 200°.

Un ultimo consiglio: se temete che la cottura possa asciugare troppo le vostre lasagne e renderle troppo croccanti o secche potete, prima di infornarle, coprirle con uno strato di carta stagnola che toglierete a metà cottura. In questo modo preserverete parte dell’umidità.

Buone Feste e buona mangiata a tutt*.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code