Quando un vegano incontra un carnivoro…

Ogni mattina un vegano si sveglia e sa che dovrà discutere con un carnivoro. Ogni mattina un carnivoro si sveglia e sa che dovrà rompere le scatole ad un vegano. Non importa se sei un vegano o un carnivoro, l’importante è che non se ne verrà mai a capo.

Demotivational_Poster_Vegetariano

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/100%25_Animalisti

Scherzosamente dico questo perchè nella mia esperienza da vegana spesso mi sono sentita dire frasi assurde tipo:

“ma l’uomo per natura è carnivoro! L’uomo primitivo mangiava la carne!”

Ok, questo va bene se vogliamo paragonarci all’uomo primitivo (ma forse ci siamo un po’ evoluti, no?). La mia risposta è sempre la stessa:

“bene! Ma è vero anche che l’uomo primitivo, prima della scoperta del fuoco, non poteva mangiare carne. Non aveva la dentatura giusta ne tantomeno lo stomaco adatto a digerirla. Quando iniziò a mangiarla dovette iniziare a ingegnarsi per procurarsela quindi iniziò ad andare a caccia. Se riusciva ad uccidere delle prede mangiava carne, altrimenti si nutriva di vegetali.”

 

Allora il senso qual è? Il senso è che l’uomo primitivo uccideva per necessità ma lo scontro era ad armi pari, poteva sconfiggere o essere sconfitto. Mentre oggi la schiavitù che viene imposta agli animali con gli allevamenti intensivi, la sofferenza gratuita che gli viene inflitta… è un rapporto di forze impari, un’intelligenza applicata al male, una trasgressione dell’evoluzione.

A cavallo tra il 1596 e il 1650 visse un uomo, un filosofo, che negava che gli animali avessero un’anima e quindi una coscienza. Quell’uomo si chiamava Renè Descartes, meglio noto come Cartesio. A giudicare da quanto vedo non abbiamo fatto enormi passi da quel giorno. Anzi, se do uno sguardo alle industrie che si sono create sulla pelle delle altre specie mi viene da pensare che sotto un certo punto di vista siamo anche peggiorati (almeno nel 1600 non esistevano i mega-allevamenti intensivi).

 

Naturalmente non è mia intenzione offendere nessuno e mi rincuora il fatto che oggi si fa molto per i diritti animali, che sono nate tante associazioni che si battono per la loro tutela, protezione e cura, che ci sia un popolo vegan. Sono orgogliosa del fatto che ogni giorno ci siano nuove persone che s’interessano allo stile vegetariano e vegano e mi auguro che tutto ciò possa continuare a crescere sempre più.

Perdonate la durezza delle mie parole, la mia provocazione è volta soprattutto a creare una riflessione su ciò che ci siamo costruiti intorno, su cosa l’uomo è diventato, e riaccendere quella parte di coscienza collettiva che in molti è ancora assopita.

Vegani di tutto il mondo unitevi! 😛

E ora, per alleggerire un po’ il carico, mi piacerebbe condividere un link che ho trovato facendo una passeggiata nel web: sono le 25 cose che un vegano si è sentito dire almeno una volta nella vita.

 

Pubblicità_progresso_contro_l'uccisione_della_lattuga

 

 

E se volete farvi tre risate http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Vegetariano (dal quale ho “estirpato” la foto)

 

 

 

 

L’immagine in evidenza è, invece, presa da http://www.kricio.com/alimentazione.html

2 comments

  1. Condivido l’ideologia vegan, pur non essendo vegan. Penso che l’uomo sia onnivoro, termine col quale identifico la sua capacità di adattamento ( e qualcuno affermò che l’adattamento è lo strumento per la sopravvivenza di una specie). Brava Maria che bacchetti il profitto soggettivo a scapito della collettività e soprattutto dell’ambiente! Se non ci diamo una regolata, presto accadrà che non saremo più in grado di adattarci ad un ambiente divenuto sempre più ostile alla nostra razza e soccomberemo.

    1. Grazie per il tuo commento! Da buona vegan non posso dire di approvare una dieta onnivora, spero non che tu non me ne voglia ma sarei contraddittoria. In ogni caso rispetto le scelte altrui e cerco di applicare il famigerato “vivi e lascia vivere”. In fondo lo scopo di questo blog non è di creare “nuovi adepti alla causa” ma quello di diffondere informazioni e spingere verso una nuova consapevolezza. A prescindere dal fatto che chi legge sia vegan o meno. Pertanto ti dico che sono contenta per la tua sensibilità nei confronti degli argomenti qui trattati e convengo con te sull’irrimediabilità dei danni che stiamo causando. Siamo ancora in tempo e basta un piccolo gesto da parte di ciascuno per evitare il non-ritorno.
      Ti auguro una buona serata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code